Tenspaces

With the TenSpaces event we inaugurated the opening of 5 new spaces to foster creative exchange, increase and encourage artists and showcase their works to the public.

10 artists and designers have been invited to share their work with on-site installations, created during their residency at Numeroventi.

The opening day was the culmination of an intense two-week work, in which we collaborated with the 12 creatives to find the context suitable for each of the different installations/performances: it was the toughest and at the same time the most engaging part because it kept us in touch with artists, getting us closer to their way of perceiving their art in our space, and above all, allowed us to build the foundations for future projects with those with whom we have come to create a particular tune.
During the day we were visited by over 500 people, and to ensure that everything worked best on the three floors we had the valuable help of twenty collaborators, within friends and family.

The time literally flew to the party time: we were surprised by the great number of people who asked to attend it and we really wanted to welcome them all, but the courtyard was filled in less than an hour. The one thing that impressed us the most was how working together on artistic / creative projects, can create such deep bonds in a very short time with newly-known professionals.

ITALIAN

Con l’evento TenSpaces abbiamo inaugurato l’apertura di 5 nuovi spazi per favorire lo scambio creativo, incrementare e incoraggiare il lavoro degli artisti e mostrare le loro realizzazioni al pubblico.
10 artisti e designer sono stati invitati a condividere i loro lavori con installazioni progettate sul posto e create durante la loro residenza a Numeroventi.
La giornata di apertura è stata il culmine di un intenso lavoro durato due settimane, in cui abbiamo collaborato con i 12 creativi per trovare il contesto adatto ad ognuna delle diverse installazioni/performance: è stata la parte più dura e allo stesso tempo quella più coinvolgente, perché ci ha tenuto a contatto con gli artisti avvicinandoci al loro modo di percepire la loro arte nel nostro spazio, e soprattutto ci ha permesso di costruire le fondamenta per nuovi progetti futuri con chi si è venuta a creare una particolare sintonia.
Durante la giornata siamo stati visitati da oltre 500 persone e per far sì che tutto funzionasse al meglio sui tre piani abbiamo avuto il prezioso aiuto di venti collaboratori, fra amici e familiari.
Il tempo è letteralmente volato fino all’ora del party: ci ha sorpreso il grande numero di persone che hanno chiesto di partecipare alla festa e avremmo davvero voluto accoglierli tutti, ma la corte si è riempita completamente in meno di un’ora.
La cosa che ci ha colpito di più è stata renderci conto della naturalezza con cui, lavorando insieme su progetti artistici/creativi, si siano creati legami profondi in così poco tempo con professionisti appena conosciuti.